7 facili step da seguire per pubblicizzare la tua attività locale

Le attività locali, nonostante tutto ciò che è avvenuto nell’ultimo anno e mezzo, sono e saranno sempre una grande risorsa per le città italiane di tutte le regioni. Che si tratti di ristoranti o di negozi di moda o ancora di prodotti tipi

Ma l’esigenza di farsi conoscere è cresciuta sempre di più e probabilmente anche tu, che stai leggendo questo articolo, sei alla ricerca di informazioni per farti conoscere e pubblicizzare la tua attività e i tuoi prodotti.

Sei nel posto giusto!

Oggi vedremo 7 consigli pratici, che puoi applicare immediatamente e a costo zero, che ti renderanno più conosciuto sul tuo territorio (e anche oltre).

Perciò, partiamo da…

1. Google My Business – Fatti trovare dalle persone!

Per tutte le attività fische è davvero importante avere la propria scheda Google My Business. È uno strumento semplicissimo da utilizzare (e gratuito) per cui basta un account gmail.com.

Scheda Google My Business Gem Communication

Non va visto come un “mini sito” ma più come un box di approfondimento con tutte le informazioni fondamentali e necessarie per la tua attività.

Infatti, puoi inserire:

  • Gli orari;
  • I link ai tuoi profili social (e al sito);
  • Indirizzo;
  • Recensioni (di cui parleremo dopo);
  • Rispondere alle domande che ti propongono;
  • Fare post visibili dagli utenti;
  • E molto altro ancora…

Insomma, un punto di contatto fondamentale con il tuo pubblico. Se vuoi approfondire l’argomento, qui trovi il video di approfondimento (prendi carta e penna, mi raccomando!) direttamente dal nostro canale YouTube.

Hai guardato il video? Proseguiamo!

2. Pubblica foto recenti – fai sapere che esisti!

Non devi vincere un concorso di fotografia né, tantomeno, avere un’attrezzatura professionale.

Il motivo per cui ti consigliamo di aggiungere nuove foto è per far sapere che esisti e che sei operativo. Immagina di cercare un’azienda su Google e di notare che quest’attività ha foto che risalgono a 5/6 anni fa.

Il primo pensiero che ti passa per la mente è: “Hanno chiuso 5 anni fa o sono ancora aperti? Ma non posso vedere qualche aggiornamento nuovo? Perché non aggiornano?

Ecco.

Proprio perché tu fai questo ragionamento, lo fanno anche le altre persone. Nello specifico, i tuoi potenziali clienti. Perciò, bando alla timidezza e… carica nuove foto, anche se non saranno perfette esteticamente – non è il tuo obiettivo.

È far sapere che ci sei!

3. “Bei” testi – coinvolgi l’utente!

Perdona il termine poco tecnico, ma con “Bei” intendo dire accattivanti e interessanti per il tuo target (ne ho parlato qui).  Non importa che finiscano sui social (di cui parleremo nel prossimo punto ma che – ti anticipiamo sono davvero fondamentali) o nelle descrizioni delle foto caricate. Ogni contenuto è importante e va declinato nel giusto contesto (un articolo come questo è molto diverso da una newsletter) ma tutti con lo stesso obiettivo:

Far conoscere l’azienda, partendo dai prodotti e dai servizi per arrivare a parlare della propria attività – della storia e dell’unicità che ti contraddistingue.

4. Cura i social con una presenza costante

I social sono uno dei canali principali per le attività locali, dato che basta davvero poco per far comunicare con i propri clienti (e chi sta cercando informazioni su di te). È sufficiente preparare un calendario editoriale (non sai cos’è? Lo trovi qui) e rispettarlo, pubblicando ciò che ti sei prefissato.

Fondamentale è rispondere ai commenti e ai messaggi in privato, matenendo un contatto diretto con la persona. Per ogni commento scritto ci sono molti utenti che si limitano a leggere: la tua reputazione passa anche da qui.

La costanza è più importante della quantità: non devi pubblicare 4 o 5 volte al giorno, è sufficiente molto meno – ma in modo costante e continuo nel tempo. Il rischio di “abbandonare” i propri profili o, peggio, lasciare senza risposta i messaggi in privato è che le persone pensino ad una tua chiusura o, peggio, che non hai tempo per loro.

Ricorda che – siccome sei un’attività locale – la tua reputazione è fondamentale, perché potresti incontrare “per strada” le persone a cui non hai risposto. Perciò cerca di essere il più veloce possibile.

5. Chiedi recensioni

Sappiamo quanto è difficile fare una richiesta di questo tipo ma… è necessario per farti conoscere. Una recensione in più (positiva, ovviamente) fa la differenza tra un acquisto e un’opinione negativa.

Perciò non importa dove (su tutti i canali online in cui sei presente) ma cerca di avere sempre recensioni aggiornate. Non devono essere tantissime, ma devono far capire che le persone comprano da te ancora oggi e che, anche dopo anni, sei una scelta valida.

Su questo argomento abbiamo realizzato un articolo specifico, che puoi leggere qui!

6. Rispondi alle recensioni

Eh sì! Il marketing per le attività locali passa anche da qui, dal rispondere. Proprio come i commenti e i messaggi in privato, una risposta alle recensioni può fare molto per la tua reputazione.

Non deve essere nulla di troppo complicato, ma  solo far sapere che l’hai letta e che apprezzi il feedback del tuo utente.

E sì, una risposta va data anche a quelle negative – perché sono quelle che le persone leggono con più attenzione. Una risposta pubblica non è un messaggio 1 a 1, ma 1 a tanti – i tuoi potenziali clienti che leggeranno il tuo commento in futuro (e si faranno un’opinione…).

Su questo argomento, come prima, ti rimando all’articolo specifico – così da poter approfondire tutti gli aspetti che ti interessano.

7. Raccogliere contatti e-mail e sui social

Per ultimo, ma non per importanza, è la raccolta dei contatti. Partiamo dai social:

a. I contatti social

A differenza di ciò che abbiamo trattato prima (il creare contenuti per far sapere che esisti) qui stiamo parlando di far crescere le tue pagine social con persone realmente interessate alla tua attività.

I like di amci e parenti non servono, perché magari hanno messo mi piace “per fare un favore”. Su queste piattaforme tu vuoi fare business e interagire con potenziali clienti – per tutto il resto ci sono i profili personali e scollegati dalla tua attività.

È molto importante tenerne conto, anche perché se un giorno avessi intenzione di utilizzare le funzionalità “a pagamento” di Facebook… avere dei contatti in target sarà uno dei fattori decisivi di successo per avere ancora più clienti.

Non l’unico, ma uno dei più importanti.

b. Contatti e-mail

Avere il contatto e-mail di una persona (a norma del GDPR e di tutte le leggi sulla privacy – che ti abbiamo sottolineato volutamente) è il miglior modo per restare in contatto. Non devi passare tramite social o altre piattaforme perché, molto banalmente, ti basta scrivere per sapere che la riceveranno.

Inoltre, grazie alle newsletter (argomento che puoi approfondire qui), potrai far sapere tutte le novità, gli arrivi e le comunicazioni importanti della tua attività per mantenerti in contatto. Ma senza esagerare (ed evitare di finire nella spam)!

E con questo settimo punto abbiamo terminato i 7 consigli di marketing per le attività locali, a costo praticamente nullo e con poco impegno. Tuttavia, potresti pensare “ma io non ho mai utilizzato questi strumenti e non so da dove partire“.

Se quello che stai cercando è un percorso di formazione personalizzato e uno a uno (ci sarai solo tu con un professionista) allora abbiamo ciò che fa per te. I nostri percorsi individuali e personalizzati, tenuti da chi tutti i giorni utilizza questi strumenti. Clicca sul bottone qui sotto per avere tutti i dettagli!

Scopri i nostri corsi individuali e personalizzati!

CONSIGLI, CONTENUTI ESCLUSIVI E TANTE ALTRE SUCCOSE IDEE…

Puoi ricevere tutto questo con la nostra newsletter!